Tattiche SEO di Black Hat che devono essere evitate secondo Semalt

Un posizionamento nei primi motori di ricerca significa spesso un livello di traffico salutare al tuo sito web. Ecco perché molte aziende investono sostanzialmente nel marketing dei motori di ricerca. Mentre la battaglia per le migliori classifiche nei risultati dei motori di ricerca si intensifica, alcuni hanno fatto ricorso alle tattiche Black Hat SEO.

Google ha raggiunto molte tattiche subdole che gli esperti di marketing adottano per scalare le classifiche di ricerca. Ha aggiornato i suoi algoritmi per identificare questi trucchi e penalizzare i colpevoli riducendo il loro posizionamento nei motori di ricerca o espellendoli.

Perdere visibilità su Google significa ridurre il traffico, il che porta a conversioni inferiori e al declino della tua attività. Gli esperti di marketing e le agenzie di marketing digitale che non sono a conoscenza delle regole di Google commettono spesso questi crimini portando a peggioramenti delle classifiche dei motori di ricerca.

Jack Miller, Senior Customer Success Manager di Semalt , ti consiglia di evitare le seguenti tattiche SEO black hat:

  • Filatura di contenuti
  • Riempimento di parole chiave
  • Cloaking
  • Commenta lo spam

Filatura di contenuti

Alcuni programmi riscrivono articoli usando sinonimi e termini diversi; questo sta girando. Questi programmi usano un dizionario dei sinonimi per allocare sinonimi e parole alternative per rendere i pezzi diversi.

Google ha trovato un modo per identificare articoli filati. A un occhio non allenato, gli articoli possono sembrare unici, ma sono spesso innaturali per i lettori umani. Fai attenzione agli esperti di marketing online che affermano di poter aumentare il ranking dei motori di ricerca per poco e di produrre numerosi articoli. Alcuni usano filatori di articoli.

Riempimento di parole chiave

Google era solito classificare le pagine in base al numero di volte in cui le parole chiave venivano visualizzate lì. Ben presto gli esperti di marketing riempivano le parole chiave di tutto il loro contenuto con scarso rispetto per i lettori. Quindi Google ha aggiornato i suoi algoritmi per considerare altri fattori come la leggibilità umana e il valore delle informazioni del contenuto.

Oggi, una densità di parole chiave compresa tra il 5 e il 10% può far sì che Google penalizzi i tuoi contenuti con classifiche di ricerca inferiori. Le parole chiave possono aumentare le classifiche, ma Google cerca di capire di più su ciò che la pagina o il contenuto riguarda, quindi le parole chiave dovrebbero adattarsi naturalmente al contenuto.

Commenta spam

Nel tentativo di ottenere backlink, alcuni esperti di marketing ricorrono a commentare blog e siti Web di autorità. Poiché i collegamenti contribuiscono al posizionamento nella ricerca del tuo sito, questa sembra un'ottima strategia. I collegamenti da siti Web e blog di autorità hanno molto peso nel migliorare le classifiche di ricerca.

Una tattica che i marketer dei motori di ricerca hanno imparato è pubblicare commenti con collegamenti ad altri siti Web nelle sezioni dei commenti. Il sito che stai commentando può notare il link e segnalarlo come spam a Google. Questo è negativo per le classifiche.

Cloaking

Questo è quando il contenuto è mascherato. Gli spider dei motori di ricerca vedranno che il contenuto riguarda un argomento come l'astrologia. Quando gli utenti cercano l'astrologia, trovano il contenuto tra i risultati dell'astrologia solo per rendersi conto che è contenuto sull'ultimo film di Star Wars.

Gli esperti di marketing ottengono questo obiettivo offrendo ai ragni dei motori di ricerca contenuti diversi dai lettori umani. Questo comporta gravi sanzioni da parte dei motori di ricerca, se scoperto.

Conclusione

Le tattiche SEO black hat prosperano perché offrono una sorta di scorciatoia per classifiche elevate dei motori di ricerca, ma sono sempre più rischiose e non vale assolutamente la pena provarle. Usa le tattiche SEO del cappello bianco, che richiedono più impegno e tempo, ma i frutti sono dolci classifiche di ricerca alte meno la minaccia di sanzioni.